lunedì 2 gennaio 2017

Diario di viaggio by archigeaLab:Natale a Madrid

Passare le festività natalizie con la famiglia in una capitale europea era una esperienza che non avevamo mai fatto ma l'idea di scoprire una città come Madrid ha fugato i dubbi sul periodo e sul clima!
Calle del Arenal foto by Giulia Cammarota Zappalà

25 Dicembre 2016
Giorno 1

Si parte!L'areoporto di Bologna è quasi deserto,partire a Natale ha i suoi vantaggi.Il biglietto dellla compagnia Iberia costa oltretutto meno.Svantaggio: portatevi da mangiare perchè il vitto NON è incluso nel biglietto e consumare a bordo è carissimo.Arriviamo a Madrid puntuali, orientarsi non è facile perchè è un hub enorme.Abbiamo deciso di prendere la metro per raggiungere gli appartamenti che avevamo affittato nel centro di Madrid.Optiamo per il ticket da tre giorni.Dopo tre cambi raggiungiamo finalmente la Puerta del Sol!

Info:Arenal suites,Madrid
Arenal suites , Calle del Arenal foto by Giulia Cammarota Zappalà

Molliamo i bagagli in appartamento e girelliamo fino al Palacio Real per prendere confidenza con la città.Rientriamo e ci prepariamo per assaggiare le specialità spagnole, cerchiamo di districarci in mezzo alla famigerata Movida madrileña e raggiungiamo la zona del mercato di San Miguel dove troviamo finalmente posto in un ristorante dove servono paellas e tapas.Impossibile non notare il servizio di sicurezza ,discreto ma imponente.

Da consultare:
http://www.mercadodesanmiguel.es/en/ 

Consiglio: le porzioni sono generose, bastano per due persone

Mercado de San Miguel foto by Giulia Cammarota Zappalà
26 Dicembre 2016
Giorno 2

Dopo una gustosa colazione presso la catena Cafè&tè siamo pronti per visitare la città. E' Dicembre ma splende il sole e non è affatto freddo, come consigliato nelle nostre guide noi siamo vestiti però con abiti adatti ad affrontare temperature ben più rigide !Decidiamo di approfittare della giornata mite e fare una passeggiata al Parque del Buen Retiro, il polmone verde di Madrid.

Da consultare:http://cafeandte.com/ 

Parque del Buen Retiro foto by Giulia Cammarota Zappalà
Parque del Buen Retiro foto by Giulia Cammarota Zappalà
Parque del Buen Retiro foto by Giulia Cammarota Zappalà
Prima di lasciare il parco facciamo un salto all'istallazione sonora temporanea all'interno del Palacio de Cristal , una piccola pausa ci voleva....
Palacio de Cristal
foto by Giulia Cammarota Zappalà
 
Usciamo dal parco e ci avviamo verso la Estación de Puerta de Atocha , tristemente nota per un attentato terroristico, ma che offre al suo interno un sorprendente e lussureggiante giardino tropicale arricchito durante le festività da un originale mercatino di Natale.


Estación de Puerta de Atocha foto by Giulia Cammarota Zappalà

Dopo un veloce pasto ad uno dei tanti Mc Donald per accontentare i più giovani membri della famiglia ci avventuriamo nell'arte contemporanea al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia. Se non siete esperti d'arte vi consiglio di concentrare la vostra visita verso la collezione permanente dove potrete ammirare dal vivo il quadro Guernica, uno dei dipinti più famosi di Pablo Picasso.Nonostante l'orario di visita ridotto per le feste che ci ha imposto una visita veloce siamo stati positivamente stupiti dal biglietto gratis e da un book shop in cui non si dimenticano i visitatori junior come in Italia. Post it per amanti dell'architettura:l'edificio in sè merita la visita, una efficace e funzionale ristrutturazione dell'archistar Jean Nouvel.

http://www.museoreinasofia.es/en/visit/opening-hours-and-ticket-prices 

Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia foto by Giulia Cammarota Zappalà

Concludiamo il giro visitanto la zona di Salamanca dove si trova la famosa via del lusso madrileño Calle del Serrano per venire in contro alle "necessità " degli adolescenti al seguito (n.d.r. avviso ai fan di Abercrombie & Fitch: consultate il sito per controllare le aperture o rimarrete deluse come le nostre ragazze!) . Ci fermiamo un attimo al mercatino natalizio di Plaza de Colón dove si trova il monumento dedicato a Cristoforo Colombo.

Plaza de Colón
foto by Giulia Cammarota Zappalà


Prima di rientrare con la metro passeggiamo lungo il Paseo de Recoletos fino alla scenografica Plaza de Cibeles.

Casa de Amèrica Plaza de Cibeles
foto by Giulia Cammarota Zappalà
Serata alla ricerca di un pasto in mezzo alla Movida,finiamo in una dimenticabile trappola per turisti ma è l'unico ristorante che ha il pregio di avere il menù tradotto in italiano! Prima di andare a riposare,bagno di luci alla Puerta del Sol.

Puerta del Sol
foto by Giulia Cammarota Zappalà
27 Dicembre 2016
Giorno 3

Dopo colazione affrontiamo finalmente il Prado!Ore 10 fila di persone imponente. Mentre ci mettevamo anche noi in fila all'ingresso principale una inserviente del museo ci informa in spagnolo che esiste una seconda entrata dove la fila è breve oltre che veloce ( n.d.r. una nota di demerito per Madrid: pochi e poco efficienti information point, uso dell'inglese poco diffuso veramente ingiustificabile in una capitale europea.Consiglio: informatevi bene su guide e siti specializzati).

Da consultare :https://www.museodelprado.es/en 

consiglio: usate le audioguide e scarpe comode!!!!

Per ritemprarci dopo una abbuffata di cultura pranziamo all'aperto in un delizioso ristorante vicino ai giardini botanici che abbiamo in programma di visitare dopo avere ripreso le forze!

Real Jardín Botánico de Madrid  foto by Giulia Cammarota Zappalà

La visita all'Orto botanico merita il biglietto, nonostante la stagione invernale.Per il resto del pomeriggio ci dividiamo in due gruppi: il primo si dirige verso il tempio del calcio ovvero il tour del Santiago Bernabéu Stadium (n.d.r. costa più del Prado.O tempora o mores!) , il secondo affronterà il tempio teen ovvero lo shopping al negozio madrileño di Abercrombie & Fitch!

Da consultare:http://www.realmadrid.com/en/tickets/bernabeu-tour
https://eu.abercrombie.com/shop/eu 

Concludiamo la giornata rifocillandoci alla catena di ristoranti El pimiento verde dove non offrono il solito menù spagnolo ma una cucina alternativa e gustosa  in salsa basca.

28 Dicembre 2016
Giorno 4

Prima di lasciare l'appartamento ci informiamo alla reception se è possibile lasciare i bagagli oltre il check out previsto per mezzogiorno (n.d.r. la reception in loco purtroppo non è h 24 , sono consultabili solo telefonicamente!). Ci accordiamo con il personale ed approfittiamo ancora del magnifico sole che ci ha accompagnato in questi giorni per gustare questi ultimi momenti a Madrid facendo una passeggiata in centro dopo aver escluso l'alternativa ,allettante ma costosa, con il bus turistico.

Monasterio de las Descalzas Reales foto by Giulia Cammarota Zappalà
Un aspetto piacevole di questa maestosa capitale è la presenza di tanti spazi gioco nelle aree verdi del centro storico (n.d.r. fino ai 12 anni), ben organizzati ed in ottime condizioni.

 
Spazio giochi centro Madrid
foto by Giulia Cammarota Zappalà
Proseguiamo il giro dirigendoci verso i Jardines de Sabatini accanto al Palacio Real e dove concluderemo la nostra esperienza a Madrid.

Post it: un modo alternativo per visitare Madrid è noleggiando un segway

Jardines de Sabatini foto by Giulia Cammarota Zappalà

Se volete scattare una foto panoramica insolita di Madrid uscite dai giardini e proseguite fino a raggiungere un'area verde poco più avanti (n.d.r. sulla guida :Rosaleda de Madrid) dove si trova il suggestivo Templo de Debod,una ricostruzione di un tempio egizio.


Templo de Debod  foto by Giulia Cammarota Zappalà


Panorama dalla Rosaleda de Madrid foto by Giulia Cammarota Zappalà

Prendiamo i bagagli e ci dirigiamo in metro verso l'aeroporto, scopriamo che l'abbonamento da tre giorni non si riferisce all'orario di timbratura effettiva e scopriamo anche  che per raggiungere l'hub è previsto pure un supplemento 😠, nonostante ci risultasse che per i possessori di un biglietto aereo fosse previsto lo sconto, ci tocca di mettere la mano al portafoglio perchè al personale della metro risulta assolutamente sconosciuta questa opzione!Arriviamo all'aeroporto e scopriamo che il nostro gate non è lì ma in un altro terminal raggiungibile con una affollatissima metro.Arriviamo appena in tempo per imbarcarci....
adiós Madrid!

Aeroporto di Madrid-Barajas
foto by Giulia Cammarota Zappalà

 Se cerchi spunti per un viaggio ....
follow the tag!

Come si usano le etichette di archigeaLab?  

http://archigealab.blogspot.it/2015/10/i-tag-di-archigealab.html

2 commenti :

  1. mi hai ricordato la bellissima Madrid...
    belle foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una città che merita sicuramente più di un viaggio!

      Elimina